X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

EFT e i Meridiani

  alexgrey.com/art
Ho riscontrato che all’origine di un disturbo fisico c'è un evento scatenante o una serie di accadimenti, interpretati dall’individuo in modo conflittuale. Tali eventi hanno la capacità di creare un corto circuito nel sistema energetico della persona (i Meridiani), dando origine ad uno scompenso emotivo il quale a sua volta si traduce in sintomo o in malattia. L’attuale scienza medica e parte della medicina alternativa si concentrano quasi esclusivamente sui sintomi, riuscendo a volte a provocarne la scomparsa ma impedendo all’individuo la comprensione del messaggio che la malattia porta con sé. Tale approccio conduce spesso a recidive, alla cronicizzazione del disturbo o addirittura all’insorgenza di sintomi più gravi poiché tralascia la funzione principale della malattia, quella di campanello di allarme  che avvisa della mancanza di equilibrio in qualche livello della vita.

 Negli ultimi anni sono nate e si sono diffuse le cosiddette Meridian Energy Therapies, ovvero Terapie Energetiche dei Meridiani, che sono state sviluppate da diversi medici o terapeuti con delle variante metodologiche: il Thought Field Therapy dello psicologo Roger Callahan, la Psicologia Energetica di David Feinstein, il NAEM (Negative Affects Erasing Method) di Fred Gallo, l'Instant Release Technique di Roy Martina. La più famosa tra esse è senz’altro la EFT (Emotional Freedom Techniques) inventata dall’ingegnere americano Gary Craig. EFT si è rivelata formidabile nel neutralizzare i conflitti che danno origine ai sintomi, tanto che ormai milioni di persone in tutto il mondo la utilizzano con vari livelli di successo. Il suo assunto è semplice: i disturbi sono creati da interruzioni nel flusso energetico del corpo; stimolare i punti sui meridiani (agopunti) mentre si è sintonizzati sul problema permette di riequilibrare il sistema energetico portando allo scioglimento della causa.

Ignorare l’enorme quantità di risultati positivi ottenuti con EFT è ormai impossibile. Nella pratica molti operatori hanno osservato che spesso, quando una persona si presenta per liberarsi da un qualche disturbo o dolore, ponendo alcune domande mirate emergono fatti del suo vissuto che in qualche modo sembrano legati alla malattia. Per questo motivo risulta spesso efficace indirizzare immediatamente EFT a tali eventi ed alle conseguenze emozionali che hanno portato con sé (rabbia, senso di colpa, lutto, rifiuto, etc.), neutralizzandoli. Ciò conduce in genere ad un rapido miglioramento dei sintomi, addirittura alla loro scomparsa. Una volta risolte le cause emozionali, tali sintomi difficilmente riappaiono. La ripetuta manifestazione di questo fenomeno, ed il fatto che trattando i problemi emozionali i sintomi fisici svaniscono, conferma il legame tra emozioni, mente e corpo. Nella mia esperienza, ed in quella di migliaia di operatori in tutto il mondo, EFT si è finora rilevata una delle metodologie più efficaci per risolvere numerosi problemi di diversa natura.
 


 

Copyright 2015 Marie Noelle Urech
Realizzato con Simpleditor 1.7.5